Benessere organizzativo e People Centricity: i nuovi trend nell’HR Management

26 Mag 2022

Tempo di lettura: 4 minuti

Benessere organizzativo e People Centricity:  i nuovi trend nell’HR Management

In questo articolo parliamo di:

Cosa s’intende con benessere organizzativo? E perché gli HR Manager devono prestare sempre maggiore attenzione a cosa può fare l’azienda per “mettere al centro le persone”?

Negli ultimi due anni abbiamo assistito a cambiamenti che, per alcune aziende, sono stati epocali. Il wellbeing dei lavoratori è tornato ad essere sotto i riflettori: in un momento di crisi come quello rappresentato dalla pandemia di Covid-19, il benessere mentale in primis è diventato un elemento centrale per il comparto HR. Risorse umane che stanno bene, in ufficio e da remoto, sono risorse umane più produttive e che rimangono fedeli all’azienda.

Fare chiarezza sul concetto di benessere, pertanto, diventa fondamentale. Ne abbiamo parlato in modo approfondito nella prima parte del foKus report 2022: puoi scaricarlo a questo link, è in regalo per te.

Benessere organizzativo: la rivoluzione del ruolo HR

Il concetto di benessere, e soprattutto quello di benessere organizzativo, ha una storia relativamente recente e un confine labile con altri costrutti simili. Come abbiamo visto nella prima parte del foKus report 2022, spesso è un concetto associato a quello di “Felicità”: “lo star bene (ben-essere) in un’organizzazione è uno ‘stato della mente’, un modo positivo di vivere il lavoro e la relazione nel contesto in cui si svolge”.

In questa direzione, secondo l’opinione di alcuni, il welfare riveste un ruolo importante, anche se non è tutto. I supporti dati dalle aziende, che possono andare dall’asilo nido interno al corso di mindfulness e yoga, favoriscono l’organizzazione nel quotidiano, ma non contribuiscono a migliorare il clima aziendale, specialmente se quest’ultimo è in qualche modo compromesso.

Seguendo questa linea di pensiero, si potrebbe dunque affermare che la questione del benessere aziendale e del benessere organizzativo sia decisamente più complessa: il wellbeing oggi è un concetto composto da più anime, che contribuiscono tutte al comune obiettivo di mantenere a far mantenere ai lavoratori un sano equilibrio sotto l’aspetto fisico (salute), cognitivo (conoscenza), emotivo (armonia), sense-making.

Come riuscire ad equilibrare queste 4 forze propulsive per il benessere? Ne abbiamo parlato in modo approfondito nella terza edizione del nostro foKus report: scaricala ora.

People Centricity e le risorse umane al centro dell’azienda

Siamo entrati ufficialmente nell’era 4.0 dell’HR: l’era Human-centric. Questo cambiamento implica, da un lato, una modifica importante nei ruoli tradizionali e nell’organizzazione delle gerarchie interne all’azienda: quest’ultima diventa orizzontale, e non più verticale, e il capo funge da coach e da coordinatore, non più soltanto da business partner. 

Nell’era Human Centric si riconosce alle risorse umane il potere (e la responsabilità) di far andare avanti il business

In tale rinnovato contesto, le organizzazioni che adottano questo nuovo paradigma applicano anche il concetto di “mettere al centro le persone”, spostando il focus sui lavoratori che, come abbiamo definito in Eukinetica, rappresentano il cuore pulsante di ogni azienda.

A tutto ciò, negli ultimi due anni si è aggiunto un ulteriore aspetto: la crisi generata dalla pandemia ha posto la necessità di ridefinire i ruoli interni, per offrire alle risorse umane la vicinanza e l’ascolto necessari per continuare a mantenere fede agli intenti di People Centricity già presenti nei diversi contesti aziendali.

Citando il nostro foKus report 2022:

Più che cercare rifugio nelle competenze professionali, sembrerebbe che le organizzazioni abbiano trovato risposte nella condivisione di valori quali il rispetto, fiducia, umiltà, coraggio, solidarietà, un patrimonio che va salvaguardato e integrato nelle future politiche di direzione del personale per rinforzare e consolidare quanto di meglio è emerso da un’esperienza dalla quale usciremo economicamente indeboliti, ma la perdita potrà almeno essere in parte compensata dall’uscirne umanamente arricchiti”.

C’è infatti da chiedersi: in che modo il comparto HR sta affrontando questo slittamento sempre più marcato e sempre più sentito verso la People Centricity in azienda? E come si evolve il ruolo di un HR in questo nuovo scenario dirompente?

Abbiamo dato risposte a questa e ad altre domande sull’innovazione del ruolo e sulla direzione che sta prendendo il lavoro degli HR Manager nel nostro foKus report 2022. Scarica ora la prima parte, in regalo per te ancora per pochi giorni.

Scenari dirompenti e cambiamenti in atto del mondo HR: il foKus report 2022 di Eukinetica

Quale benessere personale e organizzativo è ancora possibile in un’era che rimette in gioco tutto privandoci di tante certezze?

Il foKus report di Eukinetica, arrivato quest’anno alla sua terza edizione, si concentra sull’evoluzione del ruolo degli HR e dell’organizzazione aziendale nell’immediato post-pandemia, per comprendere da vicino come sta cambiando il mondo del lavoro e quali strumenti hanno oggi gli HR per far fronte alle nuove e complesse istanze provenienti dai lavoratori.

Il foKus report 2022 è il frutto di studi e ricerche che pongono la loro base su un’esperienza diretta: un’articolata survey-intervista che, nei mesi scorsi, abbiamo sottoposto a 100 HR Manager di aziende di medie e grandi dimensioni, con l’obiettivo di comprendere meglio le loro sfide, le loro esigenze e il loro modo di vedere il futuro della loro professione.

È un documento di grande valore che, per la densità di informazioni, abbiamo diviso in due parti. La prima è disponibile da subito: scaricandola, ti invieremo la seconda in anteprima.

Approfondisci ora: scopri il foKus report 2022.

Scritto da Eukinetica Staff

Ricevi il nostro foKus report

Il Covid-19 non è ancora alle nostre spalle, ma gli HR devono passare da un’organizzazione emergenziale della gestione delle risorse umane ad una più strutturata, pianificando cambiamenti che facciano tesoro di tutto quello che di buono e lungimirante c’è nel lavoro da remoto.

Esistono dei dati “sicuri” sugli effetti dello “Smart Working” sul benessere e sulla produttività dei lavoratori? Cosa è realmente possibile pianificare sulla base dei tanti dati messi a disposizione nel 2020?

Nel nostro foKus Report 2021 abbiamo provato a dare delle risposte concrete a queste e a tante altre domande sugli effetti dello smart working sulla sicurezza, il benessere e la produttività delle risorse umane. È un REGALO esclusivo per te, scaricalo ora.

Copyright 2012 - 2022 | Eukinetica SB S.R.L. - P.Iva 09827560963

made with by Web To Emotions